Produzioni

Spettacoli del BUS Theater

Sinfonia N°5 per Teatro a Motore

Teatro, teatro di strada danza e nuovo circo

Descrizione >

Uno spettacolo corale, basato sulla fusione di diversi linguaggi scenici: teatro di strada, danza, nuovo circo e visul art. Una piccola sinfonia visiva creata come una site specific performance e messa in scena a partire dalle suggestioni, dai limiti e dalle possibilità del teatro viaggiante costruito su un autobus a due piani: il Bus Theater, immaginato e concepito come un gigantesco strumento da “suonare” insieme. C’è un grande teatro a motore, un viaggiatore e una partenza. La storia di un viaggio, reale ed onirico, fatto di passeggeri e mondi (im)possibili. C’è il desiderio di sfidare la libertà e il limite che ogni viaggio sottende, insieme al pubblico incontrato lungo la strada e per strada. Un racconto ironico leggero e visionario.

Produzione Bus Theater: Ilaria Cecere, Alessio Ferrara, Roberta Ferraro

Organizzazione: Roberta Ferraro

Di e con: Ilaria Cecere, Alessio Ferrara, Federica Gattei, Domenico Santo,Simone Romanò

Suoni: Giacomo Vitiello

Direttore tecnico/elettricista: Luigi Tornincasa

Scena: Luigi Tornincasa e  Giuseppe Cerillo,

Back stage: Eva di Iorio

Costumi in collaborazione con Gina Oliva e Ciro Arancini

Staff supporto tecnico: Yuri Parascandolo, Annamaria Palomba

Primo esperimento di scrittura scenica collettiva della Compagnia del Bus Theater, prodotto in residenza creativa e in collaborazione con il Comune di Agerola (Na). Lo spettacolo debutta con una tourneè di trenta giorno per il “Napoli Teatro Festival Italia” nel giugno 2016. Si ringraziano:

Eva di Jorio,  Christofer Pennig, Antonio Liguori,  AnnamariaPalomba, Yuri Parascandalo, Enzo Sorrentino, Rosario Sorrentino, Luigi Di Raffaele e tutto il pubblico, gli amici e la famiglia che hanno reso possibile questo viaggio.

Durata 45 minuti
Per platea esterna
Adatto a tutti - No parole

Bus' Rooms

Vita, morte e oracoli

“Benvenuti nella casa del Bus presto le sue stanze si mostreranno a voi ma non prima di avervi offerto un po’ del suo spirito….”
Descrizione >

BUS' ROOMS

Produzione originale BUS THEATER

Regia: Ilaria Cecere e Alessio Ferrara

Manager di produzione: Roberta Ferraro

Da un’idea di Ilaria Cecere

Con Annamaria Palomba, Alessio Ferrara, Yuri Parascandolo, IlariaCecere, Francesca Masucci, Eva di Jorio

Assistente di scena Eva Di Jorio

Tecnico: Luigi Tornincasa

“Benvenuti nella casa del Bus presto le sue stanze si mostreranno a voi ma non prima di avervi offerto un po’ del suo spirito….”

Accompagnati da una sorta di Caronte dei luna park, padrone di casa o maggiordomo, o novello munaciello della più classica tradizione napoletana, i 12 spettatori di Bus’ Rooms - vita morte e oracoli – si ritrovano in uno spettacolo che li trasforma in ospiti di una vecchia casa/teatro, di cui a poco a poco scoprono le stanze e gli spiriti che la abitano. Un viaggio per pochi intimi fra reliquie di amori perduti, illusioni di prestigiatori ubriachi , letture di tarocchi che suonano come parole del destino per l’ospite prescelto e una continua beffarda ed ironica presenza della morte . Il serio e il faceto, il sacro e il profano, l’alto e il basso, la verità dell’esperienza e la finzione scenica si mescolano, in pieno accordo con lo spirito della città di Napoli e della sua lingua, di cui lo spettacolo è intriso. Bus’ Rooms indaga la vicinanza massima tra attore e spettatore, i cui i sensi sono coinvolti non solo attraverso l’udito e la vista ma anche attraverso il tatto, il gusto e l’olfatto, immergendolo non appena si varca la soglia in un mondo altro, in una dimensione di environment simile a quella delle case stregate o delle attrazioni dei vecchi lunapark di inizio secolo. l’idea di una visione frontale è praticamente dimenticata. Un’ esperienza teatrale che pone le persone che ne fanno parte, in una condizione di vicinanza fisica che ricerca una partecipazione e una condivisione spirituale ed emotiva intima e sincera almeno per la durata di questo breve viaggio.

Lo spettacolo mescola il teatro all’ illusionismo, alla musica dal vivo, al teatro poetico di figura, alla più classica tradizione, di felliniana memoria, delle attrazioni di strada, dei teatri, circhi e spettacoli viaggianti e dunque apprezzabile e adatto a tutte le età.

Durata 30 minuti

I bambini al di sotto dei 5 anni entrano accompagnati da un adulto

Numero spettatori: 12 a replica

Altro??

Giorni Felici

Riadattamento dell'opera di Samuel Bekett a cura di Annamaria Palomba

Lo spettacolo è il primo esperimento di teatro di prosa costruito nella sala interna del Bus Theater, il cui spazio, una sorta di buca profonda e stretta, pare corrispondere perfettamente alla condizione dell'umanità infossata che ci racconta questa drammaturgia.
Descrizione >

BUS Theater

presenta Giorni Felici
riadattamento dell'opera di Samuel Bekett a cura di Annamaria Palomba
regia Annamaria Palomba con Ilaria Cecere

" (...) Eh, sì, se solo avessi il coraggio di star sola, voglio dire di muovere la lingua senza un'anima che mi stia a sentire,di parlare a me stessa cioè nel deserto, cosa che mi è sempre riuscita intollerabile (...) ma oggi tu mi parlerai e questo sarà un giorno felice.Un altro giorno felice." Interrata fin sopra alla vita, esattamente al centro del monticello, Winnie. Sulla cinquantina, ben conservata, braccia e spalle nude, corpetto scollato, seno generoso, giro di perle. Sta dormendo, le braccia davanti a sé, per terra, la testa sulle braccia(...)». Queste le indicazioni di scena dello stesso Beckett per Winnie, una delle due voci dialoganti diGiorni felici. Nel suo chiacchiericcio cantilenante, nei repentini cambiamenti di umore, nella banalità insensata delle sue raccomandazioni al marito WiIlie, si ritrova un'ennesima straordinaria esplorazione beckettiana della vita, ai margini della desolazione.
Lo spettacolo è il primo esperimento di teatro di prosa costruito nella sala interna del Bus Theater, il cui spazio, una sorta di buca profonda e stretta, pare corrispondere perfettamente alla condizione dell'umanità infossata che ci racconta questa drammaturgia.

Debutta nell' Agosto 2015 per il Festival “Sui sentieri degli Dei” del comune di Agerola, che sostiene e ospita questo progetto di teatro viaggiante.

Durata: 40-45 minuti

posti limitati: 25-28 a replica

CineBUS

L’autobus trasforma il secondo piano in una sala cinematografica per proiezioni di cortometraggi, mediometraggi inediti, originali o a tema per bambini e/o adulti.

Il Cine BUS viaggiante può ospitare massimo 25/30 spettatori alla volta. Le proiezioni saranno accompagnate da pop corn preparati al momento, serviti da bizzarri personaggi.

Open Bus

Il bus si apre ad altre progettualità e si occupa di curare ed  organizzare rassegne ed eventi coinvolgendo Bla Bla Bla: apertura progetti altri esterno

  1. Inaugurazione BUS Theater
  2. MACADAM
  3. Sui Sentieri degli dei 2016
  4. Nome evento/rassegna
  5. Nome evento/rassegna

(se sono pochi si possono usare delle foto/logo delle evento con descrizione sottostante)